Applicazioni basate su Blockchain - parte 1


INTRODUZIONE


Le idee di applicazioni costruite tramite (o intorno) la blockchain sono svariate.

Molte non sono altro che delle copie spudorate di altri progetti, cambiano solamente ogni quanto viene creato un blocco (blocktime), la grandezza (blocksize) o il totale di monete circolanti (total supply)

E' veramente difficile trovare un progetto che abbia delle caratteristiche originali, nei prossimi post cercherò di isolare alcuni .

HAVEN PROTOCOL - https://havenprotocol.com/



Haven Protocol è sicuramente uno dei pochi progetti che ha uno scopo ben preciso.

Progetto nato all'inizio del 2018 da un fork di Monero (quindi anonimato garantito) con all'interno una funzionalità di "stoccaggio" del denaro. In pratica si candida ad essere un gestore di conti OffShore decentralizzato.

Per far questo, all'interno del protocollo è stato scritto uno Smart Contract che "slega" il valore della moneta con la moneta "flat".

Così facendo chiunque vorrà "nascondere" (o bloccare) parte dei propri denari per scopi più o meno vari può farlo semplicemente inviando una quantità ad un determinato indirizzo di stoccaggio.

Ecco un esempio pratico:

Un giorno afoso di luglio 2018, Fabrizio compra 100.000 dollari di moneta haven (XHV). Il cambio quel giorno è 1:1 con il dollaro, il nostro caro Fabrizio quindi avrà 100.000 XHV all'interno del suo portafoglio.
Fabrizio decide di "far sparire" i propri soldi per un 1 anno e invia i suoi 100.000 XHV verso un determinato indirizzo. Così facendo i suoi soldi vengono "slegati" dal vero valore flat. Questo legame verrà ristabilito quando Fabrizio vorrà riavere indietro i suoi soldi.

Son passati 365 giorni, è sempre un giorno afoso di luglio del 2019 e Fabrizio vuole spendere quei 100.000 dollari in un progetto e quindi effettua il "claim" verso il suo wallet.

A luglio 2019 il cambio è esattamente la metà 0.50, ma all'interno di Haven Protocol lo smart contract effettua il calcolo dando 200.000 XHV a Fabrizio (che è l'equivalente di 100.000 dollari).

Una funzionalità del genere è molto interessante e sicuramente può essere utilizzata pure come "copertura" di eventuali svalutazioni di beni. Ma chi mi garantisce che il progetto, dopo X anni, sia ancora attivo? E se dovesse fallire... perdo sicuramente tutto quello che avevo messo all'interno!

Inserire una struttura blockchain a livello aziendale ha un costo soprattutto poi se la struttura dev'essere gestita con un database aggiuntivo. Infatti le varie blockchain permettono di memorizzare dei dati che comunque il più delle volte non sono sufficienti a gestire un intero set di dati utile.

Multiversum (progetto italiano) vuole risolvere questo problema dando la possibilità di creare un layer relazionale (assimilabile come un database con dati e relazioni). Inoltre non occorre alcuna specializzazione in "Database distribuito su blockchain" perchè verranno pubblicate delle comode API per poter interagire con essa (insert / update / delete comprese)

Scendendo un pò nel dettaglio, all'interno della struttura multiversum esistono due tipologie di strutture dati:
  • Mutable data, modificabili come un comune database
  • Immutable data, immodificabili e scritti su blockchain
Inoltre è possibile gestire più blockchain un pò come si gestiscono più database all'interno dello stesso server.

Con multiversum quindi l'azienda potrebbe utilizzare una struttura distribuita, veloce, scalabile in maniera addirittura molto semplice (via servizi API)

LOCALFLOW - https://www.localflow.com/


LocalFlow è un progetto italiano che mette a disposizione una rete di chatbot dedicati all'economia locale.

Infatti il chatbot sviluppato all'interno del progetto permette ai commercianti di pubblicare e pubblicizzare i propri prodotti in un sistema geografico limitato riducendo i vari costi di marketing tradizionali e dando quindi la possibilità di combattere la concorrenza dei vari grandi marchi.

Il tutto utilizzando uno strumento decentralizzato e privacy oriented.

I servizi accessibili all'interno del chatbot possono essere pagati tramite le principali cryptovalute (BTC ETH etc etc), il token associato EWA e le principali carte di credito (grazie ad un gateway sviluppato dal team)

Il progetto è in via di ultimazione ed utilizza una tecnologia già citata in un post del mio blog: IOTA MAM

Commenti

Post popolari in questo blog

Hadoop, how to create a single node cluster using docker

Apache Spark - Try it using docker!

How to install IOTA node with docker