Bitcoin Cash TPS e fork di novembre

INTRODUZIONE

Come descritto più volte, quando occorre modificare un progetto riguardante il crypto-world è inevitabile effettuare un "fork" del progetto. Se poi non tutti i miners seguono il nuovo progetto avviene la nascita di una nuova infrastruttura.

Avvenne così pure nell'agosto del 2017 per Bitcoin Cash.

L'ESIGENZA

Il casus belli che ha fatto nascere Bitcoin Cash è un problema che tutt'ora persiste su Bitcoin, ovvero il bassissimo TPS (Transactions per Second) che è uguale a 7.

Questo numero non è accettabile se si vuole pensare al Bitcoin come moneta elettronica di pagamento globale. Basti pensare che VISA dichiara di supportare mediamente 2.000 TPS, quasi 2.000.000 al giorno contro le 280.000 di Bitcoin (info)

IL LIMITE TECNICO

Il TPS basso è imposto dal limite tecnico del blocco (1 MB) che viene creato mediamente ogni 11/12 minuti. Di solito sul blocco entrano più di 700 transazioni e questo rallenta tutto il processo di conferma.

La soluzione, tutt'altro che banale, è aumentare la grandezza del blocco. Facendo così si incrementa la potenza di calcolo per "estrarre" il blocco, quindi usando più MB si perderebbe una buona parte di decentralizzazione perché diminuirebbe sempre più la possibilità "dell' utente medio" di reperire hardware compatibile (anche se oggi, data l'alta difficoltà, questo punto è già controverso)

Nel mese di Agosto 2017 un gruppo di sviluppatori ha proposto delle modifiche che avevano come obiettivo incrementare il TPS ed ha messo in piedi una modifica aumentando la grandezza rendendolo dinamico (legandolo all'utilizzo della rete).

Oggi Bitcoin Cash differisce da BTC secondo le seguenti differenze:



Protezione da Replay e Wipeout 

Bitcoin Cash utilizza un algoritmo di differente da quello del Bitcoin per evitare il reply-attack tra le 2 Blockchain.

Scalabilità on-chain

Come detto prima l'incremento dinamico della grandezza dei blocchi è una novità. Attualmente è di 8 MB

Nuove firme di transazione

Sempre per distinguersi dalla moneta padre, Bitcoin Cash utilizza una diversa firma di transazione

Emergency Difficulty Adjustment (EDA)

Per incrementare la stabilità alla criptovaluta il nuovo algoritmo assicura il corretto funzionamento della rete anche in caso di drammatici cambiamenti al numero di miners. 

15 NOVEMBRE 2018

Il 15 Novembre del 2018 ci sarà un controverso fork perchè alcune modifiche proposte sono state sviluppate da un gruppo diverso dal principale chiamato Bitcoin ABC. Il gruppo però non ha trovato un accordo con il principale comandato dall'australiano Craig Wright

Quindi, il giorno del fork, potremmo vedere nascere una nuova moneta oppure vedere fallire il lavoro fatto da uno dei due team.

Per informazioni più specifiche potete controllare il sito ufficiale del progetto.

CRYPTOFORKER

Vi ricordo che grazie al mio sito internet potrete controllare se anche voi avete dei Bitcoin Cash ereditate dal fork. Vi basta inserire nell'apposito campo l'indirizzo del vostro wallet!

Alla prossima

Commenti

Post popolari in questo blog

Hadoop, how to create a single node cluster using docker

Apache Spark - Try it using docker!

How to install IOTA node with docker